Corpo Musicale "Carlo Cremonesi" di Villa d'Ogna

Il nostro Corpo musicale debutta nell'anno 1900, ma l'avvio della relativa scuola di musica risale al giugno 1898, per iniziativa della Manifattura Festi Rasini che, da circa un decennio, ha aperto l'omonimo colorificio, ad opera dei Cavalieri del Lavoro conte Giovanni Festi e Cesare Rasini.

La Banda, da subito, prende il nome dall'Azienda la quale l'affida alla guida del valente maestro Luigi Lattuada che la dirigerà autorevolmente sino al 1942.

Per tutto il primo cinquantennio del secolo, la Festi Rasini è sponsor unico del Corpo musicale al quale assicura competente gestione artistica e organizzativa e garantisce tranquilla sicurezza economica; la Banda perciò presta con gratuità la sua opera nelle numerose manifestazioni per le quali viene richiesta.

Dopo gli anni della Seconda Guerra Mondiale, durante i quali il gruppo forzatamente funziona a ranghi ridotti, la direzione è affidata per brevi periodi a Severino Lodetti e a Luigi Tonolini.

Nel decennio dal 1951 al 1961, il maestro Carlo Cremonesi guida con vigore la Banda che conosce così una nuova primavera. La sua persona e la sua opera lasciano nel Corpo musicale segno indelebile, talché nei primi anni '70 s'intitolerà al suo nome.

Ora la Festi Rasini tende al disimpegno, al suo posto si fa avanti il Comune, prima timidamente poi sempre più significativamente con la messa in disponibilità dell'attuale sede di Largo Europa e con contributi annui e sovvenzioni straordinarie.

Dopo la morte del maestro Cremonesi vengono anni di incertezza che mettono a prova la saldezza della Banda che però resiste sotto la guida di Rocco Giudici, Giancarlo e Luigi Corsini, Vittorio Brusetti e Vincenzo Salvoldi. Sarà quest'ultimo che, dopo l'unica pratica interruzione dell'attività pubblica del biennio 1974-75, riprenderà le fila del Sodalizio e ne sarà apprezzato maestro sino al 1994, quando gli succede nella direzione l'attuale maestro Paolo Bonicelli di Villa d'Ogna.

Da subito il nuovo maestro concentra l'attenzione alla formazione dei giovani musicisti. Nel giro di pochi anni la "Scuola di Musica" raggiunge numeri e qualità di tutto rispetto.
La "scuola" apre le porte per la prima volta ai bambini dai 4 anni in su con la formazione di classi (atelier) dove i giovani allievi possono divertirsi imparando la musica con giochi per educare la percezione del suono, il suono ed il movimento, il ritmo, ecc... Per i più grandicelli dalla 3° elementare alla 5° vengono organizzati corsi di flauto dolce, per poi passare alle lezioni di strumento e solfeggio.

In poco tempo la nuova "linfa" si fa sentire anche nell'organico della banda che tocca quota 46 elementi, la media dell'età si riduce toccando quota 24 anni, e la qualità artistica sale grazie agli studi dei più giovani ed all'esperienza delle  "colonne portanti".

Giungiamo così a festeggiare questo importante compleanno dei 110 anni ...

"Sono centinaia gli uomini che,
in gruppo,

hanno percorso questi cento anni di storia;

quelli della Banda di oggi

sono lieto auspicio di nuove mete

per la Banda di domani"

( note: articolo tratto dall'opuscolo "un secolo in un soffio...di vita" )

Maggiori Info: www.bandavilladogna.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.